skip to Main Content

di MoVimento 5 Stelle

L’informazione italiana è al 77° posto nella classifica sulla libertà di stampa stilata ogni anno da Reporter Senza Frontiere. Per capire il perché abbiamo provato a porre qualche domanda al direttore del TG1 Mario Orfeo.

La prima volta è fuggito via a bordo di una autoblu. La seconda, al termine di una telefonata muta (!), è salito sulla sua automobile e si è nuovamente allontanato senza rispondere. Orfeo è un giornalista che dirige la più importante testata d’informazione della Rai, la televisione pubblica. Cioè di tutti i cittadini e pagata dagli stessi con il canone. Delle risposte ai cittadini che gli pagano lo stipendio sono più che dovute.
Queste le domande che abbiamo posto al direttore del TG1, al quale chiediamo cortesemente una risposta. #OrfeoRispondi:

– Perché il TG1 per più giorni ha dedicato ampi servizi all’indagine relativa ad una querela per diffamazione (un atto dovuto) nei confronti di Beppe Grillo e Alessandro Di Battista, mentre per mesi ha nascosto/ relegato a notizia di secondo piano la ben più importante e grave inchiesta su Consip? Indagine che riguarda un appalto da 2,7 miliardi euro e vede indagati il padre di Renzi, il ministro Lotti, l’ad di Consip Marroni, il “Giglio magico” renziano ed i vertici dell’Arma.

– Perché Tg1 ha censurato il discorso di Virginia Raggi durante il 60° dei Trattati di Roma?

#OrfeoRispondiL'informazione italiana è al 77° posto nella classifica sulla libertà di stampa stilata ogni anno da Reporter Senza Frontiere. Per capire il perché abbiamo provato a porre qualche domanda al direttore del TG1 Mario Orfeo.

Geplaatst door MoVimento 5 Stelle op maandag 10 april 2017

 

Chiedete anche voi al direttore del TG1 di rispondere a queste domande usando l’hashtag #OrfeoRispondi su Twitter.


Back To Top
Search