skip to Main Content

DOPO 17 MESI MINZOLINI VA A CASA

 

Abbiamo dovuto attendere le sue dimissioni, per mandarlo a casa. Perché il Pd e i suoi fratelli fuorilegge lo avevano salvato dalla decadenza.

Per 17 (diciassette) mesi un senatore condannato in via definitiva a due anni e mezzo per peculato ha percepito uno stipendio da 15 mila euro al mese, ha goduto di interminabili giorni di ferie, si è visto salvare dalla decadenza grazie al voto segreto dei partiti in barba alla legge (la Severino, votata dagli stessi partiti) ed è arrivato ad un passo dal maturare la pensione.

Tutto questo a spese dei cittadini. Tutto questo grazie al Pd. Quel Partito Democratico che va in tv a dirsi «dalla parte della magistratura» e in aula salva i condannati e gli ‘onorevoli’ dalle richieste d’arresto.

Il partito di Renzi, insieme agli altri partiti, ha mandato un messaggio ben chiaro ai cittadini: qui dentro la legge siamo noi, facciamo quello che ci pare. E ce ne andiamo a casa NON perché lo dice la legge, ma perché lo decidiamo noi. Quando e come vogliamo. «Noi siamo noi e voi non siete un cazzo».

Vi prego, mandiamoli tutti a casa.


Back To Top
Search