skip to Main Content

Ucciso un agente. Morto aggressore, noto ai servizi sicurezza

Grave un altro agente. L’attacco a colpi di kalashnikov era diretto alla polizia. Non si esclude che ci sia uno o diversi complici. L’episodio è avvenuto a tre giorni dalle elezioni presidenziali in Francia

Ancora terrore a Parigi, stavolta agli Champs Elysées, a tre giorni dal voto in Francia. Un poliziotto è stato ucciso e lo stesso aggressore è morto durante un attacco che sembra essere stato diretto proprio agli agenti. Ferito gravemente un altro poliziotto. Evacuata la zona, elicotteri volteggiano sulla zona, la polizia chiede attraverso i media a tutti i parigini di evitare la zona. Le indagini sull’assalto sono state affidate alla procura antiterrorismo.

L’attacco, a colpi di kalashnikov (“una sparatoria violenta”, secondo i primi testimoni), è avvenuto davanti a uno negozio di “Marks & Spencer”, grande magazzino britannico. Il killer era schedato come individuo radicalizzato a rischio di perpetrare attentati (con il codice della lettera ‘S’). Una perquisizione sarebbe in corso alla sua residenza a Seine-et-Marne, a est di Parigi.

“Viste le testimonianze, ci sarebbe solo un aggressore”, ma al momento “non possiamo escludere che ci sia uno o diversi complici”, ha riferito Pierre Henry Brandet, portavoce del ministero dell’Interno.

L’episodio è avvenuto a tre giorni dalle elezioni presidenziali in Francia. L’obiettivo dell’attacco era la polizia, ha detto il portavoce del ministero dell’Interno.

DIRETTA DA YOUTUBE

 

 


Back To Top
Search