skip to Main Content


2 agosto 1980: dopo 37 anni nessun risarcimento per le vittime

di Massimo Bugani e Luigi Di Maio

Il 2 agosto è una data simbolo di Bologna e dell’Italia tutta. Oggi ricordiamo con commozione la strage alla stazione di Bologna del 1980 in cui morirono 85 persone e 200 rimasero ferite, ma non possiamo esimerci dal condannare il vergognoso comportamento tenuto dai governi a marchio Pd che si sono succeduti dal 2013 ad oggi. Questi governi saranno ricordati come i governi degli annunci, delle grandi promesse mai mantenute, i governi dei bugiardi.

Cominciò il ministro Del Rio il 2 agosto del 2013 a promettere che sarebbero arrivati i tanto attesi risarcimenti ai familiari delle vittime con la finanziaria di quell’anno. Poi proseguì Poletti nel 2014 e si toccò l’apice con il sottosegretario De Vincenti che il 2 agosto 2015 si spinse addirittura a dire che il giorno successivo, ovvero il 3 agosto 2015 il governo si sarebbe riunito per deliberare proprio in merito allo stanziamento di fondi per i risarcimenti. Tutte balle, menzogne in perfetto stile renziano, gettate però crudelmente in faccia a persone che soffrono la perdita dei loro cari e attendono la verità da 37 anni.

Al danno quest’anno si è aggiunta anche la beffa rappresentata dalla richiesta di archiviazione della procura di Bologna nell’indagine per la ricerca dei mandanti della strage. Chiediamo alla procura di ripensarci, di non gettare la spugna, di non arrendersi nella ricerca della verità in quella che è la più grande strage avvenuta in Italia nel dopoguerra. Il ministro Galletti oggi è a Bologna a nome di un governo di mentitori ed ipocriti, è lì per mettere in scena l’ennesima recita, l’ennesima presa in giro. Nessuno si era mai spinto così tanto avanti nell’esercizio dell’ipocrisia.
Bologna e l’Italia meritano molto di più.

Ci stringiamo attorno ai familiari delle vittime e a tutta la città di Bologna in questo giorno di ricordo e commozione.

Ps: Quando ha iniziato a parlare il ministro Galletti i familiari delle vittime sono tutti usciti dall’aula




Back To Top
Search