skip to Main Content


Incendi: il MoVimento non molla. Aperta un'indagine

di MoVimento 5 Stelle

Tra le tante difficoltà che il nostro Paese ha dovuto affrontare negli ultimi mesi una, gravissima, sembra essere stata già dimenticata da tutti: l’emergenza incendi.
Una calamità che affligge l’Italia da sempre, puntuale ogni estate, ma che mai come quest’anno ha imperversato indisturbata distruggendo migliaia di ettari di bosco. I cittadini e le istituzioni sono rimasti, impotenti, a guardare.

Non si tratta di tragica fatalità: qualcuno ha colpe precise per tutto ciò che è avvenuto, e soprattutto per la desolante inettitudine della macchina dello Stato. Una macchina che in altri tempi ci aveva resi orgogliosi per tempestività ed efficienza.

Abbiamo così chiesto e ottenuto, in ufficio di presidenza della commissione Ambiente alla Camera, l’avvio di un’indagine conoscitiva sugli incendi boschivi dell’estate 2017.

Inizieremo con una serie di audizioni per cercare di far luce su una pagina che non avremmo mai voluto vedere nel nostro territorio: mezzi insufficienti, mancanza di coordinamento nelle operazioni di spegnimento, anche a causa della cancellazione del Corpo forestale dello Stato frutto della legge Madia, la spartizione dei mezzi dell’ex Cfs tra vigili del fuoco e carabinieri, diverse matrici dolose negli incendi, su cui occorre fare chiarezza. Vorremmo inoltre far emergere le proposte che possano arrivare dalle audizione per aiutare a migliorare il coordinamento a tutti i livelli, dagli enti locali al governo nazionale.

Il MoVimento 5 Stelle non intende dimenticare, anche perché appena 12 mesi ci separano dalla prossima estate: non vogliamo certo ritrovarci punto e daccapo.




Back To Top
Search